domenica 6 maggio 2012

al telefono con il mio bull...



Avevo voglia di sentirlo...
Era sera, figli a letto, marito che guarda la tv.
Ok, lo chiamo.
L'ultima volta che ci siamo visti eravamo in tre: io, lui e il mio cornuto. Una mattinata davvero bollente, una delle più intense...
Mi distendo sul letto, indosso solo un perizoma blu acceso con piccoli ricamini bianchi ai lati. Lo chiamo.
Gli chiedo che fa, mi racconta che era da amici a vedere la partita ma che vista la mia telefonata è uscito sul balcone, ha detto alla moglie che sono Roberto, il suo collega rompiballe.
Mi eccita che la moglie non sappia.
La sua voce calda m’invade. Gli dico cosa indosso, mi dice che vorrebbe essere sul letto con me...poi mi chiede di chiamare il cornuto, lo chiamo, lui arriva.
"Abbassagli il pantalone mi dice"
Lo faccio.

"Ora prendigli il cazzo, e inizia a leccarlo”.

Infilo la mano del pantalone di mio maritino, gli tiro fuori il cazzo che era già duro, il cellulare è in viva voce.
Inizio a leccare le palle per poi salire lungo il pene e arrivare lì sulla testa,
La mia lingua rotea sul suo cazzo, il cornuto inizia a godere mente il mio amico al telefono sussurra" sei una porca…continua, mettilo tutto in gola..lo so che lo sai fare".
Inizio a spingere il cazzo giù nella gola, lo sento scendere, succhio, assaggio, lecco.

Il maritino cornuto subisce, il mio amico mi suggerisce cosa fare...

Continuo a leccare e a spingere il cazzo su e giù nella gola.
" Mi sego" mi dice lui.
Lo sento godere, sento il cazzo in bocca che si fa sempre più duro fino a che un'ondata di sperma mi riempie la bocca, ingoio....è un sussulto di voci, di orgasmi, di brividi.
Mi pulisco la bocca, riprendo il telefono" un bacio" gli sussurro, e aggancio, nell'attesa di poterlo rivedere.

1 commento: